Omaggi

Osvaldo Cavandoli

Alla fine degli anni 90, invitato da un amico comune, cominciai a esporre delle vignette in mostre collettive dedicate all’umorismo. In queste rassegne conobbi Osvaldo Cavandoli. Lui era il fulcro di queste manifestazioni, e io rimasi folgorato dalla sua personalità, così divertente, raffinata, pungente e poetica. Durante queste mostre organizzavano un pranzo per gli autori e stando a tavola con Cavandoli ebbi modo di conoscerlo un pochino meglio. Lo divertiva il  personaggio di AlulA BeBop, rideva “sotto i baffi” . Mi capitò di averlo ospite in auto per andare a delle mostre oh! Il tragitto  finiva in un battibaleno, con Lui anche una nuvola si trasformava in divertimento e tutti i suoi ricordi sembravano provenire da un mondo dolce, scomparso già da tempo. Portava al collo una vistosa collana con un pendente rotondo e raccontava che era un regalo che lo Scià di Persia gli fece durante un festival d’animazione a Teheran… e quando lo lasciavo sulla soglia di casa, pensavo di essere stato a Mompracem, con la Tigre degli umoristi.

cava01

cava02


Valentina di Guido Crepax

Devo a uno dei più grandi Autori della letteratura moderna l’immenso mondo onirico a cui ho potuto attingere. Senza Crepax l’immagine della donna sarebbe diversa. Per i cinquant’anni di Valentina ho voluto anch’io dedicargli un mio piccolo omaggio. Auguri splendida Valentina.

AlulA-vs-Valentina


Corto Maltese di Hugo Pratt

Quale donna non si sarebbe mai innamorata dell’affascinante marinaio giramondo con l’orecchino? AlulA vorrebbe vivere le avventure di Corto Maltese, incontrarlo durante un viaggio nei mari del sud.  Ma, in comune però, ha solo la data di nascita: il quindici di giugno e il segno dei Gemelli, esattamente come il suo celeberrimo Autore. Questo le basta per sentirsi meno sciocca e immaginarsi d’incrociare gli occhi di Corto Maltese passeggiando e respirando la salsedine sulla spiaggia di  São Salvador da Bahia.

Alula-corto-colori


Dylan Dog di Tiziano Sclavi

Spero che gli appassionati  lettori Bonelliani mi possano perdonare… Però Dylan oltre che essere uno dei personaggi a fumetti più amati da tutte le generazioni, io l’ho visto quasi nascere.  Angelo Stano, il “Maestrissimo”, portò le tavole a far vedere ai suoi allievi e… Giuda ballerino tutti rimasero folgorati! E, come al solito cominciai ad avere incubi notturni sperando, d’incontrarlo durante una sua indagine da incubo.

alula-dylan


Sweet Gwendoline di  John Willie

Forse, nessuno ha influenzato e pervaso l’arte, la cultura i consumi, la psiche, la fotografia e la moda del secondo novecento come John Willie con la sua: dolce Gwendoline. Continuamente legata a fin di bene dall’agente segreto U69 che la costringe a sottoporsi ad una continua disciplina. Se, non fosse apparsa nel 1946 sulla rivista di Fetish Art: Bizzarre, parrebbe uscita dalla fervente mente del sarto nazista Hugo Boss. Quello che ad Hitler confezionò le divise delle SS. Leggendo i racconti di Gwendoline, AlulA cominciò ad avere una forte attrazione verso il BDSM. Iniziò a fare i capricci, a voler essere legata, appesa,  esposta, frustata, seviziata. Si divertiva come willy il coyote…alulaguendalina

Return of the Gwendoline – © Max Capogna – Foto: Alberto Lisi.


Il cinema

Nel cinema gli omaggi potrebbero essere infiniti e senza limiti, citiamo due, a caso…  Che possono essere chiose  scontate. Fellini e i suoi raffinati sogni, Russ Mayer con le sue donne bazooms e il suo stile cartoonistico.  Però credere di ridurre AlulA ad un genere ad un carattere sarebbe come chiuder gli occhi davanti ai film di Peter Greenaway o, Spider di David Cronenberg… Dal tramonto all’alba… The Chelsea Girls…

alula-russ-mayer

Supervixen – © Max Capogna – Foto: SouthBound